I programmi di “Traduzione Assistita da Calcolatore” (ing. Computer Assisted Translation) sono software specializzati nel trattamento di dati in formato “stringa di testo” pensati per l’ausilio al lavoro di traduzione linguistica. Funzionano come altri programmi quali AutoCAD per l’ingegneria o ArchiCAD per l’architettura.

I programmi di “CAT” creano, immagazzinano ed elaborano le stringhe di testo in file detti “Memorie di Traduzione” (ing. Translation Memories). Queste vengono create per “coppie linguistiche” e funzionano associando ad una stringa di una lingua di origine, la stringa “semanticamente equivalente” nella lingua di destinazione. Il programma crea quindi, per esempio, una memoria di traduzione chiamata RU_EN o RU_IT ecc., e ivi conserva le frasi tradotte nel tempo.

Cosa è come funziona una “Memoria di Traduzione”

Come appena spiegato, le “TM” sono file che associano una stringa di testo di una lingua A, ad un’altra stringa “equipollente” in una lingua B.

Se si deve per esempio tradurre la sigla “CCCP” dal russo all’italiano ad un primo sguardo poco attento verrebbe naturale tradurre questa sigla con URSS. La stessa cosa farebbe probabilmente uno dei sistemi di traduzione automatica del web, poiché la stragrande maggioranza degli utenti a quella risposta sono interessati e il programma la considera quindi come “risposta più probabile”. Eppur tuttavia, le cose non sono così semplici come appaiono.

Nell’ambito delle traduzioni professionali infatti la traduzione giusta è quella che rispecchia il significato originale, il quale naturalmente dipende dal “contesto”.

I programmi professionali di Traduzione Assistita allora conservano le sigle immesse nel passato dai vari traduttori e, usando questi programmi, il traduttore di turno può “vedere” e può “scegliere” da una lista di possibili associazioni la stringa di testo adatta al documento in lavorazione in quel momento.

Si vedrà allora che CCCP potrà essere carbonyl cyanide m-chlorophenyl hydrazone, ovvero uno ionoforo tossico disaccoppiante. O ancora, per esempio in un contesto di tecnologie web, CCCP potrebbe essere “combined community codec pack“, che è un pacchetto di software ausiliari per Microsoft Windows a supporto della riproduzione multimediale.

Ecco quindi perché Exprimere usa solo traduttori umani, al limite assistiti da questi potenti (e costosi) software per il “semplice” l’immagazzinamento delle stringhe linguistiche, come a mo di dizionari tecnici.

In questo contesto, in Exprimere siamo lieti e fieri di lavorare con i migliori programmi CAT presenti sul mercato, quale ad esempio SDL Trados (il nostro software principale), ma anche programmi quali MemoQ, CafeTrans и OmegaT.

La condivisione è considerazione.
Condividi questa pagina con tutti!

Exprimere Internet Sciences
La condivisione è considerazione.
Condividi questa pagina con tutti!